Via Marini 3c (Bologna).

3703475237

Inizia la scuola, Pronti a Salpare? Il Buon Metodo di Studio per rimanere sulla giusta rotta!

Inizia la scuola, Pronti a Salpare? Il Buon Metodo di Studio per rimanere sulla giusta rotta!

PEDAGOGIA CLINICA E APPRENDIMENTI

 

Settembre, la scuola per alcuni inizia e per altri ricomincia. Si tratta in ogni caso di un evento molto importante e carico di emozionalità per tutte le famiglie e soprattutto per i ragazzi. I primi mesi di scuola dovrebbero essere dedicati ad esperienze che hanno l’obiettivo di favorire la cooperazione e la collaborazione nel gruppo classe, affiancate alle prime attività rivolte agli apprendimenti curricolari. Già durante questi mesi alcuni scolari possono esprimere disagi. Ogni ragazzo ha i suoi tempi e vanno accolti. Non tutti riescono ad adattarsi ad una didattica basata su pacchetti di tecniche correttive, su interventi consacrati agli esercizi sistematici, agiti su di un banco scolastico fermi immobili o davanti ad un monitor con software per ragazzi dislessici, tutti importanti ingredienti per una pedagogia alchemica.

Fondamentale è accogliere per tempo le richieste di aiuto che ci vengono espresse dai ragazzi. Gli scolari hanno il diritto di non essere lasciati soli e di ricevere delle risposte adeguate alle loro difficoltà, in tempi accettabili, cosi che riescano a trovare in se stessi tutte le risorse necessarie per poter acquisire quelle competenze chiave utili per riuscire a fronteggiare i problemi della vita.

Risposte concrete le famiglie le possono trovare nei metodi propri innovativi della Pedagogia Clinica che fa appello a esperienze che si sostanziano nel linguaggio del movimento espressivo- elocutorio, corporeo e segnico grafico.

I metodi della pedagogia clinica relativi agli apprendimenti (WRITING CODEX®, EUCALCOLIA® ed EDUCROMO®) si basano su di una politica pedagogica che tiene presenti contemporaneamente i tratti della flessibilità, dell’iniziativa, dell’ingegnosità, dell’originalità evitando i pericoli della frustrazione e del disadattamento.

Tutti i metodi sopracitati sono ricchi di esperienze e per l’avvio all’apprendimento chiedono di tener conto di ogni necessità del ragazzo, di sollecitare esperienze idonee a promuovere una buona capacità oculo-motoria, acquisire abilità organizzativo corporee e spazio-temporali, sviluppare le percezioni uditive, la capacità attentiva e mnestica, ottenere un equilibrio tonico, gestuale e posturale, conseguire articolazioni espressivo verbali, ricche e varie, vivere esperienze assiali e vestibolari, armonizzare abilità figurative di simboli alfabetici, parole, frasi e numeri soggetti a leggi determinate.

Per concludere si può affermare che in ogni scolaro sono presenti potenzialità, abilità e disponibilità pronte ad essere educate, “estrapolate”, per far sì che tutti raggiungano risultati proficui.

A cura di

Dott.ssa Mita Piamonte

Pedagogista Clinica, Psicomotricista

Category

Share this with friends

Submit a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>